Il tempio delle massime velocità assolute su veicoli a propulsione umana

Lettura dell'Accademia Udinese di Scienze Lettere e Arti
Con Pietro Enrico di Prampero

L’intervento descriverà nelle linee generali un ‘Tempio’ che consenta di raggiungere le massime velocità assolute su veicoli a propulsione umana. Il ‘Tempio’ permetterà di studiare la funzione muscolare in condizioni fisiologiche o fisio-patologiche, nonché le risposte cardiovascolari alla iper-gravità. Quest’ultimo aspetto consentirà un breve excursus volto alla descrizione di strutture analoghe che consentano il mantenimento della normale funzionalità muscolare e cardio-circolatoria di astronauti durante la permanenza in basi abitate sulla Luna o su Marte.
I possibili campi d’indagine che potrebbero trarre benefico dall’utilizzazione del ‘Tempio’ sono i seguenti: Aerodinamica e Biomeccanica, Fisiologia e Termoregolazione, Scienza dei materiali, Medicina e riabilitazione, Scienze spaziali, attività ludiche.
Oltre alle immediate applicazioni pratiche indicate, i risultati di questo tipo di studi potranno essere utilizzati per la progettazione e lo sviluppo di veicoli a propulsione umana, che su opportuni percorsi cittadini e non, consentano di liberare l’uomo, almeno in parte, dalla schiavitù dell’automobile, con ovvie ricadute benefiche sull’ambiente, sullo stato di salute psico-fisica del cittadino e, infine, sul bilancio del sistema sanitario nazionale.

Pietro Enrico di Prampero, professore Emerito di Fisiologia, dell’Università degli Studi di Udine.

Martedì 13 marzo 2018, ore 18.00
Salone d'onore di Palazzo Mantica
Udine, via Manin 18