Francesco Savorgnan di Brazzà tra letteratura e scienza

Incontro dell'Accademia Udinese di Scienze Lettere e Arti
Con Fabiana Savorgnan Cergneu di Brazzà​

Francesco Savorgnan di Brazzà appartiene ad una delle più importanti casate nobiliari friulane. Pioniere dell'aviazione italiana, è stato corrispondente della guerra libica e della guerra di liberazione albanese. La passione per le scienze naturali e per il giornalismo è alla base di numerose collaborazioni con testate locali e nazionali che riguardano soprattutto argomenti di divulgazione scientifica. Sempre in quest'ambito si collocano le sue opere monografiche: "L'elettricità" e "La navigazione aerea" (pubblicate da Treves nel 1908 e 1910), "Antonio Stoppani, poeta della geologia" (Edizioni Agnelli, 1929), "Da Leonardo a Marconi" (Hoepli, 1941), "Gli scienziati in Francia" e "Tecnici e artigiani in Francia" (pubblicate nella collana dell'"Opera del Genio Italiano all'Estero", Libreria dello Stato, 1941 e 1942), "L'uomo che donò un Impero" (Vallecchi, 1944). Bibliografia: D. PIRZIO BIROLI, Francesco Savorgnan di Brazzà, in "Atti dell'Accademia di Scienze Lettere e Arti di Udine" , serie VI (1945-48) 10, pp. 229-238.

Martedì 25 settembre 2018, ore 18.00
Salone d'onore di Palazzo Mantica
Udine, via Manin 18